Lombardia

Una regione contraddistinta da una grande diversificazione delle aree di produzione, con zone vitivinicole relativamente lontane tra loro e che presentano condizioni climatiche e caratteristiche geologiche molto diverse. Una diversità che rappresenta una ricchezza unica, con un numero di denominazioni che supera il 60% della produzione totale, quasi il doppio rispetto a quella nazionale. Grazie al lavoro di ricerca in vigneto e in cantina, il panorama vitivinicolo lombardo si è evoluto negli anni, raggiungendo oggi livelli di eccellenza tra i più interessanti d'Italia.

Franciacorta

Un territorio, quello della Franciacorta, che nel tempo è diventato sinonimo del medesimo spumante DOCG prodotto nei numerosi vigneti della zona. Un’area vitivinicola che supera di poco i 2000 ettari, punto di riferimento nazionale per la produzione di metodo classico che ha saputo farsi conoscere nel mondo enologico per l'alta qualità raggiunta.


Valtellina

La Valtellina è un terroir unico al mondo, una terra aspra, circondata dalle imponenti vette delle Alpi. È ricca di biodiversità e variabilità dal punto di vista geologico, morfologico e ambientale. Il versante retico accoglie oltre 850 ettari di vigne che prosperano grazie ad un microclima eccezionale garantito dall'esposizione a sud, verso la luce e il calore del sole. La ricchezza e l'articolazione del terroir si esprimono nei vini prodotti in Valtellina, dove le peculiari condizioni sono state interpretate e valorizzate dall'uomo nei secoli e il paesaggio è stato plasmato in 2.500 chilometri di terrazzamenti. La Valtellina è il luogo ideale dove produrre vini da vitigno Nebbiolo ma soprattutto destinazione straordinaria da visitare per gli appassionati di vino, ma più in generale per viaggiatori e turisti.