Kalkspitz

Pétillant naturale con metodo ancestrale - 70% Grüner Veltliner, 20% Riesling, 10% vitigni a bacca rossa

Zona di Produzione: Austria, Hollenburg
Terreno: ricco di gesso
Vendemmia: manuale
Vinificazione: metodo ancestrale. Il mosto viene fatto fermentare naturalmente, con residuo zuccherino ancora presente, per poi essere imbottigliato e sigillato con tappo a corona. La quantità di zucchero residuo determina la pressione atmosferica
Affinamento: in bottiglia per 4 mesi
Colore: giallo chiaro leggermente torbido
Profumo: rustico e fruttato
Sapore: leggermente amabile al primo approccio, prevalgono poi le note di acidità e freschezza che lo rendono adatto ad un fresco aperitivo
Formato: bottiglia da 0,75 lt
Grado Alcolico: 10,5% vol

Proprietà / Fondatori
Christoph Hoch
Inizio Attività 2013
Vitivinicultura Biologica Certificata, Biodinamica
Ettari 5
Bottiglie prodotte 35.000
Indirizzo Hollenburg / Kremstal - Austria
www.christoph-hoch.at

Christoph Hoch

Hollenburg - Austria

Il giovane Christoph Hoch, astro nascente della Kremstal, 2250 ettari di vigna tra la Kamptal e la Wachau, può contare sui 370 anni di tradizione enologica della sua famiglia e sulle sue esperienze lavorative in Austria e Italia. La sua alta conoscenza geologica lo ha portato ad adottare una vitivinicoltura biodinamica in piena osservanza degli standard del metodo Demeter. Le vigne, piantate tra i 210 e i 350 metri sul livello del mare (che corrispondono ai 50/200 sul Danubio) protette ad ovest dalle foreste di Dunkelstein, esaltano le finezze e le mineralità anche grazie al suolo calcareo e alcalino. I suoi vini, pieni di carattere, hanno bisogno di tempo per maturare e dopo l'invecchiamento in grandi botti di quercia vengono assemblati in tre diversi millesimi per offrire un vino completo e complesso allo stesso tempo.