Contrada Santo Spirito Etna Rosso

100% Nerello Mascalese, da vigne pre-phylloxera

Zona di Produzione: versante Nord dell’Etna, Contrada Santo Spirito, Passopisciaro
Terreno: franco sabbioso con abbondante presenza di scheletro
Vendemmia: manuale nella seconda decade di Ottobre
Vinificazione: macerazione a contatto con le bucce per 18 giorni; pressatura soffice
Affinamento: 14 mesi in tonneaux di rovere francese a grana fine e tostatura leggera. Fermentazione malolattica naturale
Colore: rosso rubino denso con sfumature granate
Profumo: intenso, complesso e articolato, aromi di mirto, frutti rossi, terra bagnata ed erbe aromatiche
Sapore: corposo, energico e strutturato, di vibrante freschezza e mineralità, con tannini molto sottili
Formato: bottiglia da 0,75 lt - magnum da 1,5 lt
Grado Alcolico: 15% vol

Proprietà / Fondatori
Famiglia Faro
Inizio Attività 2005
Vitivinicultura Tradizionale
Ettari 20
Bottiglie prodotte 60.000
Indirizzo Contrada Rampante s.n. - 95012 Solicchiata (CT)
info@pietradolce.it
www.pietradolce.it

Pietradolce

Solicchiata (CT)

È tra Solicchiata e Passopisciaro, sul versante nord dell'Etna, che si trova Pietradolce, fondata e condotta dalla famiglia Faro e suddivisa in tre diversi appezzamenti. 35 ettari di proprietà, tra i 600 ed i 900 metri d'altitudine, costituiti da vigne che hanno tra i 50 ed i 65 di nerello mascalese in prevalenza con una piccola parte piantata a Carricante, da una vigna pre-phylloxera di 120 anni, dalle cui uve vengono vinificati l’Archineri Etna Bianco e il Sant’Andrea. La filosofia di Pietradolce è quella di rispettare i singoli terroir, vinificando separatamente le uve ed esaltando così le più piccole sfumature. I terreni di natura franco-sabbiosa con abbondante presenza di elementi minerali, dono dell’Etna, conferiscono ai vini peculiarità uniche nel loro genere dove vero portabandiera è il Vigna Barbagalli, da vigne ad alberello pre-philossera di quasi 100 anni. Un grande amore per la propria terra: questa la filosofia alla base del lavoro della famiglia Faro, che a distanza di soli quindici anni si conferma tra i maggiori interpreti di questa straordinaria terra.