Dolcetto d'Alba Piani Noce

100% Dolcetto

Zona di Produzione: Monforte d'Alba
Terreno: marnoso, calcareo, argilloso
Vendemmia: manuale
Vinificazione: dopo la diraspatura si procede con una macerazione a contatto con le bucce. La fermentazione alcolica avviene spontaneamente con lieviti naturali senza l’utilizzo di solfiti. Un accurato controllo dei tempi di macerazione e della temperatura dona un vino fresco, leggero e fruttato
Affinamento: in vasche di acciaio per 5/6 mesi a contatto con i propri lieviti indigeni
Imbottigliamento: previa leggera filtrazione
Colore: rosso rubino con riflessi violacei
Profumo: aromi di viola, di frutta rossa, con sentori vinosi
Sapore: fresco, elegante concentrazione di frutta fresca
Formato: bottiglia da 0,75 lt
Grado Alcolico: 12,0% vol

Proprietà / Fondatori
Marco e Tiziana Parusso / Armando Parusso
Inizio Attività 1971
Vitivinicultura Tradizionale, "del buon senso"
Ettari 30
Bottiglie prodotte 150.000
Indirizzo Località Bussia, 55 - 12065 Monforte d'Alba (CN)
info@parusso.com
www.parusso.com

Parusso

Monforte d'Alba (CN)

I fratelli Parusso fanno parte di una famiglia di vignaioli che da quattro generazioni coltivano la passione per la viticoltura. Nel 1985 Marco, giovane enologo, supportato dalla sorella Tiziana, decide di dare una svolta all'azienda incominciando ad imbottigliare tutta la produzione. L'azienda, situata in Località Bussia tra Castiglione Falletto e Monforte d'Alba, dedica una minuziosa cura alla coltivazione dei vigneti per produrre grandi vini di ricercata finezza ed eleganza che solo questo terroir può donare. Il Barolo stile Parusso, in linea con la tradizione, si può bere senza aspettare tempi e luoghi lontani, coniugando longevità, freschezza, fragranza ad una grande digeribilità. Interpretazioni uniche anche per quanto riguarda il Langhe Nebbiolo, la Barbera d'Alba, il Dolcetto d'Alba ed il Sauvignon Blanc. Tutto questo e molto altro fa di Marco Parusso uno dei massimi interpreti del Barolo con un proprio "Stile" di Vita, di Vite e di Vino, sempre coerente con il suo modus operandi dove risalta come un grande innovatore nel variegato mondo delle Langhe.