Sui Lieviti

Spumante Brut Nature, 100% Glera

Zona di Produzione: vigneti collinari situati nel Comune di Conegliano
Terreno: argilloso, calcareo, con elevata quantità di scheletro
Vendemmia: manuale
Vinificazione: pressatura soffice delle uve, decantazione statica e fermentazione a temperatura controllata
Affinamento: in serbatoi inox a temperatura controllata, a contatto con la feccia nobile
Presa di Spuma: rifermentazione in bottiglia in locali appositi, al buio e ad una temperatura di 15-16°, per 3 mesi prima della commercializzazione. In assenza di sboccatura, rispetto al metodo classico il vino viene lasciato a contatto con i suoi lieviti rifermentativi che, rimanendo sul fondo, donano caratteristiche uniche.
Imbottigliamento: imbottigliato nella primavera successiva alla vendemmia
Colore: brillante, giallo paglierino tenue con riflessi verdognoli. Perlage finissimo e persistente
Profumo: piacevoli note fruttate che ricordano la pesca bianca e la pera, arricchite da caratteristici aromi fermentativi di crosta di pane
Sapore: al palato si ritrovano le note fruttate e gli aromi fermentativi percepiti all’olfatto. Buona persistenza gusto-olfattiva. Piacevolmente secco.
Acidità: 5,7 g/l
Amabilità: 1 g/l
Formato: bottiglia da 0,75 lt
Grado Alcolico: 11,5% vol

Proprietà / Fondatori
Famiglie Cuzziol e Moschetta
Inizio Attività 2004
Vitivinicultura Tradizionale
Ettari 30,20
Bottiglie prodotte 600000
Indirizzo Via Montenero, 8/c- Ogliano 31015 Conegliano (TV)
info@biancavigna.it
www.biancavigna.it

BiancaVigna

Ogliano - Conegliano (Treviso, Veneto)

Nasce nel 2004 da un'idea di Elena Moschetta che coinvolge il fratello Enrico, enologo, e la famiglia Cuzziol in un progetto vitivinicolo volto alla qualità. L'azienda conta circa 30 ettari vitati quasi tutti in collina e dunque può avvalersi di uve di grande qualità e potenziale. Nell'alta Marca Trevigiana, tra Conegliano, città del Cima, Pieve di Soligo, capoluogo del Quartier del Piave e Valdobbiadene, protagonista assoluta della storia del prosecco, BiancaVigna coltiva le proprie vigne o acquista alcune partite di uva cercando di portare nelle sue bottiglie qualcosa di ognuno di questi luoghi in un mix ideale di umori e sapori che alla fine siano lo specchio della propria storia. Tradizione e innovazione questo il motto della giovane azienda, che in pochissimi anni si è imposta per il rigore qualitativo e per la costanza produttiva, con vini molto minerali e poco dosati. La nuova cantina di Ogliano, nel mezzo delle Colline di Conegliano, una struttura in equilibrio con il paesaggio, dentro e fuori, frutto di un'architettura sostenibile nel rispetto per le tradizioni del territorio, è dal gennaio 2016 la nuova casa di BiancaVigna ed il punto di partenza per le prossime nuove sfide.